“Civiltà perduta”: l’avventura di James Gray nella giungla amazzonica

civiltà perduta 1Tratto dal romanzo Z la città perduta di David Grann, l’ultimo lungometraggio di James Gray narra le vicende dell’esploratore britannico Percy Fawcett (Charlie Hunnam) alla ricerca di una città/civiltà ancora inesplorata nella foresta dell’Amazzonia. La pellicola si apre nel 1905, anno che precede la prima missione del maggiore Percy e dei suoi compagni di viaggio, tra cui lo scrupoloso e grezzo Henry Costin interpretato da un barbuto Robert Pattinson. Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Fantasmi, fuoco e psicofarmaci nella Hollywood di David Cronenberg in “Maps to the Stars”

Maps to the StarsAgatha Weiss (Mia Wasikowska) torna a Los Angeles dopo anni, visita Hollywood provando a inserirsi tramite le sue conoscenze (ha conosciuto Carrie Fisher su Twitter), ma il motivo principale per cui è tornata è quello di andare a trovare la sua famiglia dopo tanto tempo. Nel fare ciò sconvolge il finto clima di stabilità della famiglia provocando significative conseguenze. Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

“Steno, l’arte di far ridere”, mostra omaggio al padre della commedia all’italiana

steno_locandinaDa oggi, 11 aprile, fino a domenica 4 giugno 2017, è possibile visitare la mostra omaggio al regista Stefano Vanzina, in arte Steno, uno dei padri della commedia all’italiana. La mostra, prodotta da ShowEventi, è stata inaugurata in anteprima ieri pomeriggio alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea negli spazi della Sala Via Gramsci  (via Gramsci, 69 – Roma) dove, oltre alla stampa, erano presenti molte personalità del cinema e dello spettacolo italiano.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

“Life”: il fanta-horror disturbante di Daniel Espinosa

LifeUna pellicola disturbante quanto fluttuante, dagli echi cronenberghiani l’ultima opera di Daniel Espinosa è un fanta-horror distopico, un crescendo di tensione senza fine proporzionata all’esponenziale ingigantirsi di Calvin, l’“embrione” alieno proveniente da Marte. Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Estetica ed emozioni: la relazione film/spettatore

La relazione spettatore-film (Ryan Gosling & Emma Stone in 'La La Land)La relazione film/spettatore con tutte le sue implicazioni è un fenomeno che ha interessato, fin dai primi anni del Novecento, numerosi studiosi provenienti da diversi ambiti come la teoria e la critica del cinema ma anche la psicologia cognitiva e dinamica. Sono stati scritti innumerevoli testi a riguardo e in questo articolo ho voluto parlare di alcuni degli aspetti di questa relazione che ritengo tra i più interessanti Continua a leggere

Pubblicato in Analisi | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 4 commenti

“The Great Wall”: il colossal fantasy di Zhang Yimou

the-great-wallL’ultimo attesissimo film del regista cinese Zhang Yimou è la più grande co-produzione cinematografica tra USA e Cina. Con Matt Damon nei panni dell’eroe protagonista William Garin, The Great Wall è un colossal fantasy in 3D dal budget di 135 milioni di dollari che ha certamente tutte le caratteristiche del genere. Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , | 3 commenti

“La battaglia di Hacksaw Ridge” di Mel Gibson

la-battaglia-di-hacksaw-ridgeA dieci anni di distanza da Apocalypto, Mel Gibson torna dietro la macchina da presa per il suo ultimo (capo)lavoro La battaglia di Hacksaw Ridge.

Ralenti, ombre di soldati in movimento, fumo, polvere e fuoco, il solo rumore di uno sparo, lo scoppio, un corpo ardente che balza tra le fiamme. Mel Gibson scaraventa da subito lo spettatore nel bel mezzo della battaglia, e nel cuore del film, ma solo per qualche attimo per poi riavvolgere il nastro fino a “16 anni prima”. Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , | 4 commenti

“Lost River”: Ryan Gosling tra Lynch e Refn

lost-riverL’esordio alla regia dell’attore Ryan Gosling denuncia sfacciatamente le influenze di due autori contemporanei: David Lynch e Nicolas Winding Refn. La mente dello spettatore che si approccia alla visione del primo lungometraggio di Gosling, infatti, non può non associare Lost River alle opere e allo stile dei due cineasti citati, oltre che a captare che il film è un esperimento e un omaggio a quel cinema disturbante che tratta la psicoanalisi tramite i suoi incubi, ossessioni e allucinazioni. Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il ritratto di “Jackie” Kennedy, il requiem di Pablo Larraín

jackieCifra stilistica del film sono i frequenti, direi ossessivi, intensi e drammatici primi piani del volto di Natalie Portman, ed è proprio così che ha inizio Jackie, con uno sguardo nell’interiorità del personaggio, mentre la camera a mano traballa e si muove come la stessa Jackie (Natalie Portman) cammina nervosa e affranta. Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , | 2 commenti

Ang Lee con “Billy Lynn” attacca l’America mediatica

Joe AlwynBilly Lynn è il nome di un giovane soldato americano (Joe Alwyn), un eroe per i media e per i cittadini americani. Billy Lynn è considerato un eroe per esser corso in aiuto del suo superiore Shroom (Vin Diesel) ed aver combattuto corpo a corpo con l’avversario uscendone vincente. Il regista Ang Lee si sofferma sulla figura dell’eroe, contrapponendo il punto di vista mediatico ed esterno rappresentato dai media, da un pubblico fanatico, e più in generale dallo Stato americano, a un altro sguardo che è quello privato, umano e soggettivo incarnato da Billy. Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , , , , , | 1 commento